La sanità bolognese può diventare ‘di comunità’. Lo dice la Scuola Achille Ardigò del Comune di Bologna

Alla lezione del Corso Magistrale della Scuola, che si è tenuta il 23 giugno (apertura di Mauro Moruzzi e Adele Mimmi, interventi di Chiara Gibertoni e Paolo Bordon e Manlio Nicoletti)  Francesca Quagliano – Referente PDTA paziente pediatrico affetto da patologie oculari, Ospedale Maggiore, Ausl Bologna e Francesca Bonifazi – Direttore Programma trapianti e terapie cellulari,Ematologia, Policlinico S.Orsola-Malpighi – hanno fatto vedere on line ai cento discenti  che si può cambiare la sanità portando l’ oculistica e perfino l’ospedale a casa del paziente. ‘La casa come luogo di cura’ come dice il PNRR.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa completa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi